Antigiudaismo. Adamo, Morelli

VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2017

10:30 | Trento | Liceo Vittoria  –Via Zambra

17:00 | Rovereto  | Laboratorio Arte Grafica della Biblioteca Civica “G. Tartarotti” – Corso Bettini 43

ANTIGIUDAISMO E CIVILTÀ OCCIDENTALE. UN RAPPORTO FONDANTE E CONTROVERSO

Presentazione del libro Antigiudaismo di David Nirenberg,  traduzione italiana di Giuliana Adamo e Paolo Cherchi, Viella editrice. Interventi di  Giuliana Adamo (Trinity College Dublin) e  Ugo Morelli (Università di Bergamo).


Lo storico David Nirenberg, docente alla Chicago University
La copertina del libro Antigiudaismo. La tradizione occidentale, pubblicato da Viella Editore
Giuliana Adamo (docente al Trinity College di Dublino) traduttrice del libro insieme con Paolo Cherchi – Pic Paul Sharp/SHARPPIX
Paolo Cherchi, professore emerito alla Chicago University e Accademico dei Lincei, traduttore del libro insieme con Giuliana Adamo
Ugo Morelli, docente all’Università di Bergamo, presenta il libro insieme con Giuliana Adamo

L’antigiudaismo che esamina David Nirenberg in questo libro non è solo l’insieme dei pregiudizi e delle persecuzioni contro gli ebrei: è una delle modalità fondamentali con cui il pensiero occidentale ha definito se stesso e il proprio modo di interpretare il mondo in contrapposizione a una tradizione diversa. Già nel mondo antico si affaccia il motivo ricorrente di una “diversità ebraica” che anticipa, spesso con toni e caratteri simili, l’antigiudaismo cristiano e occidentale: è da qui che parte il viaggio di Nirenberg, per tracciare la storia del rapporto dell’Occidente (e del mondo islamico) con l’idea di giudaismo, in un percorso che arriva fino al Novecento. Un libro di grande spessore culturale (che è stato tradotto in italiano da due eminenti studiosi di letteratura e di storia, Paolo Cherchi dell’Università di Chicago e Giuliana Adamo del Trinity College di Dublino), che costituisce una riflessione di grande importanza per intrecciare il tema attuale e forte, che è urgente oggi dibattere, del pregiudizio e del conflitto, in un mondo che si carica di tensioni e di ombre.

Ingresso libero


I relatori

Giuliana Adamo, laurea in Filologia italiana, phd in teoria della letteratura e linguistica, insegna alla School of Literatures, Languages and Cultural Studies del Trinity College dell’università di Dublino. Tra le sue pubblicazioni: L’ultimo dono di Quetzalcoatl. Viaggio intorno al cioccolato e divagazioni (2001), Metro e ritmo nel primo Palazzeschi (2003), La parola scritta e pronunciata. Nuovi saggi sulla narrativa di Vincenzo Consolo (2006), Luigi Meneghello. Volta la carta la ze finia. Biografia per immagini (2008), Paolo Cherchi. Erudizione e leggerezza. Saggi di filologia comparativa (2012), Vittore Bocchetta. Una vita contro. Ribelle, antifascista, deportato, esule, artista (2012), L’inizio e la fine. I confini del romanzo nel canone occidentale (2013), About Umberto Eco (2015).

Ugo Morelli, laurea in Scienze Politiche, è professore di  Scienze umane e sociali all’università di Bergamo. Esperto nell’analisi delle relazioni asimmetriche, del conflitto e del potere. Tra le sue pubblicazioni: Incertezza e Organizzazione. Scienze cognitive e crisi della retorica manageriale (2009), Mente e Bellezza. Arte, creatività e innovazione (2010), Mente e Paesaggio. Una teoria della vivibilità (2011), Contro l’indifferenza (2013), Il conflitto generativo (2014), L’anima della macchina. Verso un essenzialismo emergente nel rapporto tra architettura e paesaggio (2014).


INFO: segreteria@piazzadelmondo.it


File di promozione e di invito all’evento filetype-jpg-icon

Flyer eventi Antigiudaismo, Incontro Biblioteca Civica Rovereto + Concerto Sala Filarmonica Rovereto

Note di commento e profilo biografico relatori, incontro culturale Biblioteca Civica Rovereto

 

Qui il link all’evento musicale collegato tematicamente, concerto del duo Emanuele Dalmaso (sassofono), Cosimo Colazzo (pianoforte), con musiche di autori perseguitati dal nazismo, morti nei campi o costretti al dispatrio.

In questa nostra epoca caratterizzata, da un lato dalla globalizzazione, dall’altro dalle diversità, l'Associazione Culturale Piazza del Mondo, con le sue attività, propone un dialogo aperto del polo scientifico e di quello umanistico, entrambi declinati nell’ampio spettro delle rispettive possibilità

Email
Print