Meditazione e comunità

Meditazione e comunità. Da San Colombano alla Rothko Chapel. Fenomenologia di una ricerca interiore

Giornata di studi e concerti

ROVERETO
BIBLIOTECA CIVICA “TARTAROTTI” PALAZZO DELL’ANNONA
SALA FILARMONICA

La modernità ci ha trasmesso un pensiero funzionale, che mette in parentesi le persone. Ha promesso la felicità e il benessere, ma ha anche portato squilibri, ingiustizie, catastrofi ecologiche e una grande dispersione nell’ambito della ricerca interiore e spirituale, sia religiosa sia laica, di cui ora avvertiamo il dato negativo. Ci sono tuttavia risposte che si sono tentate, di vivere diversamente nella modernità e con la modernità, di tesserla in una relazione sperabilmente positiva attraverso una varietà di modalità di meditazione spirituale-interiore.

Negli incontri culturali si parlerà di questo attraverso alcuni importanti exempla.

Il canto gregoriano nasce, si definisce e si sviluppa all’interno dei conventi, quale arte funzionale alle scansioni del religioso e delle sue liturgie, ma anche come prodotto culturale creativo frutto di un pensiero rivolto alla bellezza che assume declinazioni specifiche a seconda delle comunità e dei contesti storico-geografici.

Ci sono oggi esempi di comunità, anche laiche, votate ai valori del raccoglimento interiore e della diffusione culturale in funzione di resistenza alla crisi. Si parlerà di queste esperienze direttamente con i protagonisti.

Si parlerà, inoltre, in una serie di dedicati interventi, della Rothko Chapel, uno spazio sacro voluto a Houston da John e Dominique De Menil, grandi petrolieri e collezionisti d’arte, fautori di un cattolicesimo progressista e ecumenico. Rothko Chapel (inaugurata nel 1971-72) è un luogo di romitaggio dell’oggi: pensata in forma ottagonale dall’architetto Philip Johnson, raccoglie in sé quattordici enormi tele del pittore Mark Rothko, ed è stata celebrata attraverso la musica di un grande compositore contemporaneo, Morton Feldman, con l’opera Rothko Chapel. E’ uno spazio di meditazione spirituale aperto a tutte le religioni, radicalmente aconfessionale, e vuole realizzarsi come luogo eminentemente spirituale, dove tutto porta all’approfondimento interiore.

Si tratterà, infine, della storia locale. Dei luoghi di romitaggio e conventuali, e di come sono stati attori di una produzione culturale intensa vissuta all’incrocio tra mondi culturali diversi.

Nei concerti la proposta spazia dal canto gregoriano, al canto gregoriano rivissuto in contesti di ricerca contemporanea e d’avanguardia con opere nuove, alle esperienze di compositori fortemente sensibili al tema della ricerca spirituale, come Stockhausen, Feldman, Scelsi.

ULTERIORI INFO QUI


Giornata di studi

Biblioteca Civica “Tartarotti” – Sala Universitaria – Palazzo dell’Annona | Rovereto
Sabato 20 novembre 2021 | ore 10:00-13:15; ore 16:00-18:45

10:00 | Saluti delle Autorità e della Presidente dell’Associazione

10:30 | Cosimo Colazzo (Conservatorio di musica di Trento), Le meditazioni sonore di Morton Feldman

11:15 | Pietro Valle (Politecnico di Milano), Rothko Chapel. Ascesi o interazione?

12:00 | Pasquale Bazzoli (Fondazione Nuova Società), Eremi e silenzio. Meditazione e comunità

PAUSA

16:00 | Marco Gozzi (Università di Trento), Roberto Gianotti (Conservatorio di musica di Trento), I codici musicali quattrocenteschi del Castello del Buonconsiglio e il Prosario domenicano della Badia di San Lorenzo a Trento

16:45 | Giuseppe Calliari (musicologo), La comunità corale di Laurence Feininger

17:30 | Paolo Cherchi (Professore emerito Università di Chicago, Accademico dei Lincei), Monachesimo e cultura europea: il caso di San Colombano. Intervento online.

PROSSIMI EVENTI

Concerto
Biblioteca Comunale “Tartarotti”– Sala Universitaria – Palazzo dell’Annona | Rovereto
Domenica 21 novembre 2021 | ore 11:00

Gruppo vocale Feininger, Agorart ensemble
.
Sequenze del XV secolo della Badia di San Lorenzo a Trento accanto a musiche di Gianotti, Franceschini, Colazzo

———-

Concerto
Sala Filarmonica | Rovereto
Lunedì 22 novembre 2021 | ore 20:30

Agorart Ensemble
.
Musiche di Feldman, Stockhausen, Scelsi.

In questa nostra epoca caratterizzata, da un lato dalla globalizzazione, dall’altro dalle diversità, l'Associazione Culturale Piazza del Mondo, con le sue attività, propone un dialogo aperto del polo scientifico e di quello umanistico, entrambi declinati nell’ampio spettro delle rispettive possibilità